Diorite interna


La diorite è una roccia estremamente dura della famiglia dei graniti. Nei secoli è stata utilizzata per la realizzazione di architetture monumentali, ma recentemente è entrata a far parte dei materiali da rivestimento di superfici anche a livello abitativo (pavimenti, soglie, scale). Caratterizzata da venature più o meno evidenti, è possibile trovarla comunemente con superficie grezza o liscia. Quest’ultima finitura non garantisce assorbenza uniforme.


  • Recupero
  • Lavaggio
  • Ceratura di finitura

Per recupero si intende il procedimento necessario a ripristinare una superficie, ovvero rimuovere eventuali trattamenti pre-esistenti a resina o ad olio o a cera. Si possono quindi distinguere tre diversi tipi di intervento: sverniciatura, sgrassaggio alcalino e pulizia delle muffe.




Le cere hanno un’importante funzione preventiva e protettiva delle superfici trattate. Requisito fondamentale di una cera a base acqua è quella di non essere nè troppo morbida (si righerebbe facilmente), nè troppo cristallina (i segni lascerebbero graffi eliminabili solo con la deceratura). Applicare le cere con: spandicera, straccio, pennello su superfici pulite e asciutte, a temperatura superiore a 15°C, a finestre chiuse (per evitare una asciugatura troppo rapida che potrebbe lasciare cordonature e aloni).


TRATTAMENTO

Il trattamento della diorite, in particolar modo a superficie grezza, permette di ridurre l’assorbimento di sostanze che potrebbero deturpare il materiale stesso. Madras propone nella linea Fai Da Te diverse soluzioni a seconda dell’effetto finale desiderato.

  • Effetto bagnato
  • Effetto naturale Idro-Oleo Repellente
  • Interventi veloci base acqua semipermanenti
Effetto bagnato

Il trattamento per interni “effetto bagnato” è l’unico trattamento con garanzia Long Life. Si esegue applicando FORCOTT, l’impregnante idro-oleorepellente antimacchia, diluito con il suo SOLVENTE F/CH PER INTERNI da 1:4 a 1:5 su superfici pulite e asciutte almeno 5gg. dopo il lavaggio. Dopo 4 giorni sarà possibile applicare la cera di finitura con WAXCOTT (effetto satinato) o WAX OPACA (effetto opaco). N.B.: su superfici lisce o levigate eseguire prove preliminari per valutarne l’assorbimento.

Effetto naturale Idro-Oleo Repellente

Trattamento “effetto naturale” idro-oleorepellente non altera la naturale tonalità del materiale. Si esegue con 1OR l’impregnante di finitura idro-oleorepellente “effetto naturale” per esterni ed interni. Su determinati tipi di pietra, poco assorbenti, si consiglia di diluire 1OR con apposito SOLVENTE F/CH per ESTERNI per aumentarne la penetrazione all’interno del materiale. Per facilitare la manutenzione del materiale si consiglia l’applicazione (almeno dopo 24 ore) di SOLWAX PIETRA, la cera in pasta per pavimenti idrorepellente ad alta penetrazione ed elevata resistenza. Dopo 24 ore sarà possibile eseguire la ceratura di finitura (previa lucidatura della SOLWAX PIETRA con paglietta bianca), con WAXCOTT (effetto satinato) o WAX OPACA (effetto opaco).

  • Prima mano di 1OR
  • Attendere 4 ore
  • Seconda mano di 1OR
  • Attendere 24 ore
  • Prima mano di SOLWAX PIETRA
  • Attendere 24 ore
  • Intervento Successivo CERATURA LIQUIDA DI FINITURA
Interventi veloci base acqua semipermanenti

Per interventi urgenti si può effettuare un trattamento provvisorio con INVENTIQUATTRORE, il trattamento all’acqua ravvivante per tutti i pavimenti e i manufatti porosi situati in esterno. INVENTIQUATTRORE si applica su superfici umide anche appena pulite, purchè neutralizzate con R-24 il neutralizzante.

  • Lavaggio con R24 neutralizzante
  • Attendere 2-3 Giorni
  • Prima mano di IN VENTIQUATTRORE
  • Attendere 12 ore
  • Seconda mano di IN VENTIQUATTRORE
  • Attendere 48 ore
  • Prima mano di SOLWAX
  • Attendere 24 ore
  • Fase Successiva CERATURA FINALE